Come non uccidere le piante d’appartamento con troppa acqua

2 min read

Sebbene le statistiche effettive siano estenuanti, sembra probabilmente che altre piante d’appartamento siano morte a causa di un’irrigazione impropria rispetto a qualche altro singolo problema. Le abitudini di irrigazione malsane sono inclini a osservare un campione. In primo luogo, ogni volta che sei nuovo con le piante d’appartamento, la gente è incline a innaffiare tutte le cose, il tutto all’interno dell’identico “prendere il mio raccolto”. Quindi la gente non riconosce le variazioni tra le loro varie colture, annaffiando un filodendro come un’echeveria. Infine, c’è la fase dell’abbandono, quando le piante d’appartamento ora non sono così elettrizzanti o nuove, quindi vengono dimenticate.

Coltivare buone abitudini di irrigazione non è problematico, tuttavia richiede solo poche sostanze importanti, simili alla consistenza e un minimo di una pura volontà di concentrarsi sulle tue colture e “imparare” i loro indicatori. Alla fine, i raccolti stessi sono la tua più grande riserva di conoscenza. I raccolti che stanno appassindo ti stanno dicendo che vogliono acqua extra, mentre i raccolti che stanno ingiallindo e stanno cercando sbiaditi potrebbero anche ricevere una quantità eccessiva di acqua.

Come irrigare le tue colture

/Unsplash

Anche se non è possibile affrontare la questione in un breve articolo, ci sono comunque solo alcuni passaggi che puoi seguire per rendere l’irrigazione più semplice e veloce.

Posiziona correttamente la pianta e il vaso

Lascia spazio per l’acqua all’interno della pentola. Durante il rinvaso delle colture, non riempire il vaso fino al bordo con terriccio. Questo lo rende molto più resistente all’acqua poiché potrebbe essere necessario gocciolare acqua sul terreno e attendere che penetri dentro. Lascia spazio sufficiente per poter versare un po’ d’acqua e lasciarlo assorbire da solo.

È importante sottolineare che non lasciare che i tuoi raccolti si siedano nell’acqua! Fino a quando non sono colture da gabinetto, assicurati di svuotare i vassoi delle piante dopo aver eseguito l’irrigazione in modo che le colture non rimangano nell’acqua. Stare seduti in acqua è una soluzione efficace per ottenere il marciume radicale, che è continuamente mortale.

Usa il metodo corretto

Impara ad annaffiare dal lato inferiore. L’irrigazione di fondo è una tecnica davvero efficace per molte colture le cui foglie non desiderano inumidirsi.

Usa un annaffiatoio a collo lungo. Significa che puoi applicare l’acqua esattamente sul grado del suolo, senza bagnare le foglie. I problemi fungini sono ispirati dal fogliame umido.

Presenti bevande, non sorsi. Un’irrigazione poco profonda e inadeguata incoraggia tecniche di radice deboli e rende la pianta più suscettibile alla decomposizione. Mentre innaffi, assicurati di farlo completamente, in modo che l’acqua scorra vicino al contenitore. Questo aiuta inoltre a eliminare i sali fertilizzanti, che saranno dannosi nel caso in cui si accumulino.

Seleziona la posizione corretta

Fatta eccezione per la scelta della posizione corretta sulla tua pianta principalmente in base a mite, ci sono selezioni che fai per la posizione principalmente in base ai desideri di irrigazione.

Tieni mi piace con mi piace. Se è possibile, sviluppa colture comparabili una dopo l’altra, così non dovrai stringere il tuo metodo tra colture varie durante l’irrigazione. Tieni le tue piante grasse insieme alle tue piante grasse e i tuoi aroidi insieme ai tuoi aroidi.

Tieni una riserva d’acqua nelle vicinanze. Nel caso in cui le tue colture non siano vicine a una rete idrica, rendi la tua vita semplice e nascondi un contenitore per l’irrigazione da qualche parte all’interno della stanza, dove sono posizionate. Sarà più semplice annaffiare ripetutamente.

Ora è giusto

Sii costante. Anche quando questo implica segnare giorni nel tuo calendario per ricordarti di esaminare se la tua pianta vuole annaffiare, assicurati che le tue abitudini di irrigazione siano costanti, in modo che le colture non sopportino cicli debilitanti di siccità e molti. Sebbene ogni specie sia completamente diversa, fondamentalmente le colture desiderano anche l’umidità.

Acqua entro la mattina. L’irrigazione serale favorisce l’umidità, che è un prerequisito per l’attacco fungino. In alternativa, acqua durante tutta la giornata, quando le cariche di evaporazione e traspirazione sono al massimo.

Verifica la tua acqua di alta qualità

Prendi nota dell’alta qualità dell’acqua. Alcune colture non possono tollerare l’acqua del rubinetto clorurata, mentre colture diverse hanno problemi con l’acqua molliccia. Utilizzare il potenziale idrico più pulito, simile all’acqua piovana, l’acqua che è stata trascurata per pochi giorni per la declorurazione o l’acqua ad osmosi inversa.

Leave a Reply

Your email address will not be published.